Dolore facciale

Diagnostica differenziale

 

 

*****Considerazioni generali*****

Il dolore facciale Ŕ tra i sintomi pi¨ comuni in otorinolaringoiatria.

Spesso la sua causa Ŕ evidente, come nel caso di una sinusite acuta.

In altri casi il dolore pu˛ essere attribuito a malattie diverse da quelle trattate dagli otorinolaringoiatri: malattie dentarie, oculari, ecc....

Esistono poi manifestazioni dolorose di attribuzione incerta, che suscitano problemi diagnostici e terapeutici: di queste ci occupiamo di seguito.

 

1) Dolore centrofacciale

-NormalitÓ endoscopica e TAC del distretto naso-paranasale.

-Dolore sordo, sensazione di pressione, di ispessimento; cronico o ricorrente; sede naso-fronte-regioni periorbitarie, bilaterale; ipersensibilitÓ cutanea al tocco.

-Terapia: amitriptilina, carbamazepina.

 

2) Dolore facciale atipico/nevralgia facciale atipica

-NormalitÓ endoscopica e TAC del distretto naso-paranasale.

-Dolore profondo e mal definito, spesso unilaterale, spesso dermatomerico, pi¨ comune nelle donne con pi¨ di 40 anni; frequente il riscontro di associazioni psicopatologiche.

-Terapia: amitriptilina, carbamazepina.

 

3) Cefalea tensiva

-NormalitÓ endoscopica e TAC del distretto naso-paranasale.

-Dolore sordo, sensazione di pressione, di ispessimento; cronico o ricorrente; in genere frontale, talvolta con componente occipitale e/o temporale.

-Terapia: amitriptilina, propranololo.

 

4) Emicrania

-NormalitÓ endoscopica e TAC del distretto naso-paranasale.

-FamiliaritÓ, pi¨ frequente nel sesso femminile, dolore pulsante, con o senza aura.

-Terapia:                    

                       *FANS,  ergotamina, triptani

                       **pizotifene, propanololo, amitriptilina, nifedipina.

 

5) Cefalea "a grappolo"

-NormalitÓ endoscopica e TAC del distretto naso-paranasale.

-Dolore acuto; ricorrente, "a grappolo"; sede frontale, orbitaria, temporale; associato a congestione oculare, lacrimazione, e rinorrea; colpisce soprattutto uomini tra i 30 ed i 40 anni.

-Terapia:

                       *ergotamina, triptani

                       **pizotifene, amitriptilina, steroidi, verapamile, litio.

 

6) Nevralgia trigeminale.

-NormalitÓ endoscopica e TAC del distretto naso-paranasale.

-Dolore lancinante di breve durata, ricorrente; presenza di zone "grilletto"; colpisce soprattutto donne sopra i 40 anni; colpisce soprattutto i territori della II░ e III░ branca trigeminale.

-Terapia: carbamazepina.

 

7) Disfunzione dell'articolazione temporo-mandibolare (S. di Costen).

-NormalitÓ endoscopica e TAC del distretto naso-paranasale.

-Dolore perimandibolare, auricolare, emicranico, emifacciale; ricorrente; associazioni comuni: ostruzione auricolare, ipoacusia, acufene; talora evidente malocclusione dentaria.

-Terapia: miorilassanti, antalgici, FKT, terapia ortodontica.

 

 

*****Considerazioni ulteriori*****

Naso e seni paranasali sono spesso all'origine di sindromi dolorose facciali a causa di sinusiti acute e croniche,  di poliposi naso-sinusali, sinusiti micotiche, mucoceli, tumori naso-paranasali.

Naso e seni paranasali possono anche originare dolore facciale a causa di patologie etichettate pi¨ recentemente.

 

1) Sindrome da disfunzione ostio-meatale.

(Vedasi definizione su Naso e seni paranasali>>>>Casistica chirurgica)

-Endoscopia e TAC segnalano una malattia etmoidale anteriore, ed eventualmente di uno o pi¨ seni paranasali annessi.

-Il dolore pu˛ avere caratteristiche e durata assai diverse; sede frontale, perinasale, periorbitario, mascellare, al vertice, retroculare.

-Terapia medica: decongestionanti topici, antibiotici, antiflogistici.

-Terapia chirurgica: ha come scopo il ripristino del normale flusso aereo e mucoso tra naso e seni paranasali.

 

2) Sindrome da ostruzione del meato medio

(Vedasi definizione su Naso e seni paranasali>>>>Casistica chirurgica)

-Endoscopia e TAC segnalano speroni settali, ipertrofia e curvature paradosse del turbinato medio, ipertrofia del processo uncinato, ipertrofia delle cellule etmoidali anteriori o cellule di Haller.

-Dolore poco definito, sordo, accessionale o cronico; sede nasale profonda o all'angolo interno dell'occhio.

-Terapia medica: decongestionanti topici, antiflogistici.

-Terapia chirurgica: ha come scopo l'eliminazione di contatti anomali tra le strutture del meato medio.